METODO – Lezione 9

LEZIONE 9 – LE NOTE ALTERATE: IL SI BEMOLLE

 

Le note alterate

In questa lezione parleremo delle note alterate. Ebbene ci è stato insegnato fin da piccoli che le note musicali sono 7. Ma in verità questa affermazione non è proprio corretta, sarebbe più corretto dire che i nomi delle note sono 7, invece le note vere e proprie sono molte di più, prima perché si ripetono tante volte ad ottave diverse e poi perché, e questa è la novità di oggi, non esistono soltanto le note naturali “do re mi fa sol la si”, ma ci sono anche altre note chiamate “alterate”, le quali sono leggermente più alte o più basse di quelle naturali e corrispondono ai tasti neri del pianoforte. Se le note alterate sono più alte si chiamano diesis, scritto con il segno del cancelletto (ad esempio fa#), mentre se sono più basse si chiamano bemolle, scritto con una “b” (ad esempio sib).

Il flauto dolce, non avendo i tasti, può fare tali note solo con delle posizioni cosiddette “a forchetta”, ovvero alzando o abbassando le dita in modo non consecutivo.

Senza addentrarci troppo in questo discorso che ci porterebbe via troppo tempo andiamo ad esaminare la prima nota alterata che impareremo con il flauto dolce che è il si bemolle (sib). Questa nota, tra quelle alterate, è sicuramente la più ricorrente per chi suona questo strumento, ecco il motivo per cui la presentiamo per prima.

La nota sib

La posizione del sib è quella del fa senza il medio sinistro, così:

Passiamo quindi agli esercizi partendo come sempre da quelli più semplici fino a quelli un poco più complessi.

Il primo esercizio, il numero 29, è abbastanza semplice perché non richiede movimenti troppo complicati delle dita.

Esercizio 29

fa_ sib_ fa fa sib_

sol DO la sol fa_

fa_ sib_ fa fa sib_

la_ fa_ sib__

Nel prossimo esercizio, il numero 30, impareremo il passaggio la si bemolle DO che già è un po’ più complicato in quanto richiede un movimento alternato delle dita.

Esercizio 30

la_ sib_ DO_

DO DO RE DO sib la sol_

DO_ la_ sol_

la_ sib_ DO_

DO DO RE DO sib la sol_

DO_ fa__

Il numero 31 sia ancora un po’ più difficile per il semplice fatto che gli stessi movimenti che abbiamo imparato nell’esercizio 29 ora sono svolti ad una velocità raddoppiata, come possiamo vedere dalle parentesi angolari.

Esercizio 31

<fa sol la sib> DO DO

DO <sib la> sol_

DO <sib la> sol_

sib <la sol> la_

<fa sol la sib> DO DO

DO <sib la> sol_

DO <sib la> sol DO fa_

 

Difficoltà ancora crescente perché oltre alla velocità delle note tra parentesi angolari abbiamo in questo prossimo esercizio anche il passaggio sol-do basso

Esercizio 32

<fa DO la DO> fa DO

<sib la sol fa> sol do

<fa DO la DO> fa DO

<sib la sol DO> fa_

L’esercizio 33 è il ritornello del Titanic. Nella precedente lezione abbiamo imparato solo la strofa, ora che conosciamo il sib possiamo tranquillamente affrontare anche il ritornello.

Esercizio 33

fa__ sol_.

do DO_ sib la sol_

la sib la_ sol fa mi fa_

mi re__ do__

fa__ sol_.

do DO sib la sol_

la sib la_ sol fa mi fa_

mi mi fa_ sol la_ sol_ fa__

 

Concludiamo questa lezione 9 con un esercizio veramente difficile. Però se riusciremo ad eseguire questo esercizio vuol dire che siamo diventati veramente dei piccoli campioni con il flauto dolce perché effettivamente il passaggio “DO sib la sib DO” eseguito con andamento veloce non è per nulla semplice.

Esercizio 34
<DO sib la sib> DO DO

<DO sib la sol> fa fa

<DO sib la sib> DO DO

<DO sib la sib> sol_

<DO sib la sib> DO DO

<DO sib la sol> fa fa

<DO sib la sib> DO DO

<sib la sol la> fa__

<la la sol la> sib sib

<la sol la sib> DO_

<la la sol la> sib sib

<la sol fa sol> fa__

 

Guarda il video della lezione 9

Condividi ...
Share on Facebook
Facebook